Attività subacquee & diporto nautico



PERCORSI SUBACQUEI

Il mare ha enormi ricchezze che aspettano di essere scoperte. Grazie alla professionalità Castagnola rossa  dei diving locali è possibile immergersi ed ammirare i nostri fondali pieni di vita, di colori e di forme. Si ha così modo di seguire specifici percorsi subacquei, tra i quali il percorso archeologico subacqueo, che estendendosi nel tratto di mare a sud del Castello Aragonese di Le Castella, ad una profondità media di 5 metri e ad una distanza dalla costa di circa 400 metri, rievoca immagini del passato.
Itinerari subacquei:
Il fascino dell'area marina protetta "Capo Rizzuto" si svela nei suoi percorsi sommersi. A Le Castella, davanti al Castello Aragonese, i fondali custodiscono il relitto di una nave di notevoli dimensioni e poco distanti le statue del presepe subacqueo. A sud dell'isolotto fortificato, si snoda ad una profondità media di 5 metri il suggestivo percorso archeologico subacqueo. Nel 1962 il Gunny naufraga sulle secche di Capo Rizzuto. Oggi il relitto, ad una profondità di 24 metri, è probabilmente il più bello tra quelli presenti nell'area protetta. Nella stessa località, cento anni fa, il mare ha inghiottito un'altra nave, il Bengala; oggi completamente colonizzata da microrganismi marini, è luogo di rifugio di una nutrita colonia di Cernie brune. Ma il mare dell'area marina protetta nasconde nelle sue profondità altri preziosi segreti: a Cannelle, infatti, giace ancora in assetto di navigazione il relitto "Chico", ad una profondità di 29 metri, sormontato da una statuina di Madonna.